APA - Riferimenti nel testo

Il sistema di riferimento bibliografico autore-data, più noto come Norme APA (American Psychological Association), prevede che nel testo scritto siano indicati in forma breve i riferimenti che vengono poi espansi nella Bibliografia o nei Riferimenti bibliografici posti in fondo al testo. Traduco qui il capitolo intitolato Reference Citations in Text (Riferimenti alle citazioni all'interno del testo) alle pagine 168-174 della IV edizione del Publication Manual of the American Psychological Association (anche se siamo ormai alla sesta edizione).

Nel corso della traduzione, "lavoro" può riferirsi sia ad un libro sia ad un saggio in un libro sia ad un articolo in una rivista, in pratica a qualunque fonte di informazione; "citazione" è sinonimo di "riferimento bibliografico".

3.94 Un lavoro di un autore
3.95 Un lavoro con più autori
3.96 Enti come autori
3.97 Lavori senza autore (incluso materiale legale) o con autore anonimo
3.98 Autoricon lo stesso cognome
3.99 Due o più lavori nella stessa parentesi
3.100 Classici
3.101 Parti specifiche di una fonte
3.102 Comunicazioni personali
3.103 Citazioni all'interno di parentesi


3.94 Un lavoro di un autore

Le riviste APA usano il metodo di citazione autore-data; cioè, il cognome dell'autore (non includere i suffissi come Jr.) e l'anno di pubblicazione vengono inseriti nel testo nel punto appropriato:

Rogers (1994) confronta i tempi di reazione

In un recente studio sui tempi di reazione (Rogers, 1994)

Se il nome dell'autore compare come parte del testo, come nel primo esempio, indicare solo l'anno di pubblicazione in parentesi. Altrimenti, porre sia il nome che l'anno di pubblicazione, separati da una virgola, all'interno della parentesi (come nel secondo esempio). Includere solo l'anno, anche se la voce bibliografica include mese ed anno. Nei rari casi in cui sia l'anno sia l'autore sono già parte del testo, non aggiungere informazioni in parentesi.

Nel 1994 Rogers confronta

All'interno di un paragrafo, nei riferimenti seguenti non è necessario includere l'anno se il lavoro a cui vi riferite non può essere confuso con altri citati nello tesso articolo:

In un recente studio sui tempi di reazione, Rogers (1994) descrive il metodo ... Rogers trova inoltre che...

3.95 Un lavoro con più autori

Quando un lavoro ha due autore, citate sempre entrambi i nomi ogni volta che il riferimento compare nel testo.
Quando un lavoro ha tre, quattro o cinque autori, usate tutti gli autori la prima volta che compare il riferimento, successivamente, usate solo il cognome del primo autore seguito da "et al." (non sottolineato e con un punto dopo "al") e l'anno se è la prima citazione del riferimento all'interno del paragrafo:

Wasserstein, Zappulla, Rosen, Gerstman e Rock (1994) hanno trovato [primo riferimento del testo]

Wasserstein et al. (1994) hanno trovato [primo riferimento successivo all'interno di un paragrafo]

Wasserstein et al. hanno trovato [omettere l'anno nei riferimenti successivi dopo il primo di uno stesso paragrafo]

Eccezione: Se due riferimenti con lo stesso anno venissero abbreviati nello stesso modo (es. sia Bradley, Ramirez e Soo, 1994, sia Bradley, Soo, Ramirez e Brown, 1994 dovrebbero essere abbreviati in Bradley et al., 1994) citare il cognome del primo autore e tutti i cognomi dei successivi autori necessari per distinguere le due referenze, seguite dalla virgola e da "et al.":

Bradley, Ramirez e Soo (1994) e Bradley, Soo, et al. (1994)

Quando un lavoro ha sei o più autori, citare solo il cognome del primo autore seguito da "et al." (non sottolineato e con un punto dopo "al") e l'anno sia per la prima sia per le citazioni successive. (Nell'elenco dei riferimenti, tuttavia, usate le iniziali e i cognomi di ciascuno degli autori.)

Se due riferimenti con sei o più autori si abbreviano allo stesso modo, indicare i cognomi del primo autore e di quanti degli autori seguenti servono per distinguere i due riferimenti, seguiti da "et al." Per esempio, supponiamo che abbiate i seguenti riferimenti:

Kosslyn, Koenig, Barrett, Cave, Tang e Gabrieli (1992)
Kosslyn, Koenig, Gabrieli, Tang, Marsolek e Daly (1992
)

Nel testo dovrete citarli, rispettivamente, come

Kosslyn, Koenig, Barrett, et al. (1992) e
Kosslyn, Koenig, Gabrieli, et al. (1992)

Unite i nomi di più autori con la parola "e" nel testo. Nelle parentesi, nelle tabelle, nelle didascalie e in bibliografia, uniteli con una "e commerciale" (&):

come dimostrano Nightlinger e Littlewood (1993)
come è stato dimostrato (Jöreskog & Sörbom, 1989)

3.96 Enti come autori

I nomi degli enti che fungono da autori (ad es. società, associazioni, agenzie governative e gruppi di studio) vengono generalmente trascritti completamente ogni volta che compaiono nel testo. I nomi di certii enti vengono usati al completo la primas volta e abbreviate le successive. Nel decidere qundo abbreviare il nome di un ente, usate la regola generale di dare abbastanza informazioni al lettore per localizzare senza difficoltà la voce bibliografica in bibliografia. Se il nome è lungo e ingombrante e l'abbreviazione è usuale o facilmente comprensibile, abbreviate il nome la seconda volta che compare e tutte le successive. Se il nome è corto o se l'abbreviazione potrebbe non essere facilmente comprensibile, scrivetelo interamente ogni volta in cui compare.

Esempio di citazione di un ente (ad es, associazione, ente governativo) che è facilmente identificato dalla sua sigla:

Nei riferimenti bibliografici:
    National institute of Mental Health. (1991).

Primo riferimento nel testo:
    (National Institute of Mental Health [NIMH], 1991)

Citazioni successive nel testo:
    (NIMH, 1991)

Esempio di citazione di un ente completo:

Nei riferimenti bibliografici:
    University of Pittsburgh. (1993).

Tutti i riferimenti nel testo:
    (University of Pittsburgh, 1993)

3.97 Lavori senza autore ( materiale legale incluso) o con autore anonimo

Quando un lavoro non ha autore, nel teso citare le prime parole del riferimento bibliografico (in genere il titolo) e l'anno. UIsare le doppie virgolette attorno al titolo di un articolo o di un capitolo e la sottolineatura per il titolo di un periodico, di un libro, di una brochure o di un rapporto:

sulla libera attenzione ("Study Finbds", 1982)
il libro College Bound Seniors (1979)

Considerare i riferimenti al materiale legale come riferimenti a lavori senza autore; vale a dire, nel testo, citare materiale come i casi legali, gli statuti e le leggi tramite le prime parole del riferimento bibliografico seguite dall'anno (vedi Appendice 3-B per il formato di citazione dei testi e per i riferimenti a materiali di legge).

Quando l'autore di un testo è riportato come "Anonimo", citare la parola Anonimo nel testo seguita dalla virgola e dalla data.

(Anonimo, 1993)

Nei riferimenti bibliografici, un lavoro anonimo viene ordinato sulla base della parola Anonimo (vedi sezione 3.107)

3.98 Autori con lo stesso cognome

Se nei riferimenti bibliografici sono inclusi due o più pubblicazioni il cui autore principale ha lo stesso cognome, includere le iniziali del nome in tutte le citazioni all'interno del testo, anche se l'anno di pubblicazione è diverso. Le iniziali aiutano il lettore ad evitare confusione nel testo e ad trovare la voce nei riferimenti bibliografici (vedi la sezione 3.107 per l'ordinamento delle voci bibliografiche):

R. D. Luce (1959) e P. A. Luce (1986) hanno trovato anche ...
J. M. Goldberg e Neff (1961) e M. E. Goldberg e Wurtz (1972) hanno studiato ...

3.99 Due o più lavori nella stessa parentesi

3.100 Classici

3.101 Parti specifiche di una fonte

Per citare una parte particolare di una fonte, indicare la pagina, il capitolo, la figura, la tabella o l'equazione nel punto approriato del testo. Indicate sempre le pagine per una citazione esatta (vedi sezione 3.37). Notate che le parole pagina e capitolo vengono abbreviate in questo tipo di riferimento:

(Cheek & Buss, 1981, p. 332)
(Shimamura, 1989, cap. 3)

3.102 Comunicazioni personali

Le comunicazioni personali possono essere lettere, appunti, comunicazione elettroniche (ad es. e-mail, gruppi di discussione, messaggi dai bulletin boards), conversazioni telefoniche e simili. Dal momento che non fanno riferimento a informazioni recuperabili, le comunicazioni personali non vengono include in bibliografia. Indicate le comunicazioni personali solo nel testo. usate le iniziali così come il cognome della persona e indicate una data il più precisa possibile.

K. W. Schaie (comunicazione personale, 18 aprile 1993)
(V.-G. Nguyen, comunicazione personale, 28 settembre 1993)

Per informazioni con mezzi elettronici che possono essere inclusi in bibliografia, vedi la sezione I dell'appendice 3-A. Usate il vostro giudizio personale nel citare altri tipi di informazione elettronica come comunicazione personale; attualmente, internet fornisce punti casuali di comunicazione e quello che voi citate deve avere una rilevanza scientifica.

3.103 Citazioni all'interno di parentesi

In una citazione che appare in un testo fra parentesi, usare le virgole (non le parentesi) per indicare la data:

(vedi la Tabella 2 di Hashtroudi, Chrosniak & Schwart, 1991, per i dati completi)


  Pagina aggiornata: 16-11-2011
Data del server: 12-08-2020
  © 1997- 2020 Germano Rossi
e-mail:
 
  Home Page: https://www.germanorossi.it  

Sito compatibile con: Firefox, Chrome, Opera, Safari, Vivaldi